andrea laracca mondragone arrestato poliziotto palpeggia donna

Mondragone. Palpeggiata più volte all’alt davanti gli occhi increduli della figlia di otto anni. Un poliziotto, Andrea Laracca, è finito in manette in seguito alla denuncia presentata dalla vittima in commissariato.

Sul suo capo penderebbe l’accusa di violenza sessuale e concussione. Nella mattinata odierna, la Polizia di Stato di Casetta ha dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, con sottoposizione agli arresti domiciliari, emessa il 29 maggio u.s. dal GIP presso il Tribunale di S. Maria Capua Vetere nei confronti dell’uomo in servizio presso il Distaccamento della Polizia Stradale di Cellole.

La misura è stata emessa all’esito di indagini, scaturite a seguito della particolareggiata denuncia della vittima, coordinate da questa Procura della Repubblica, in esito alle quali l’uomo è stato ritenuto responsabile dei reati di violenza sessuale e concussione, aggravati, commessi in Mondragone l’8 marzo 2018.

In particolare, le investigazioni hanno permesso di accertare che, in una circostanza, l’arrestato, durante l’espletamento del proprio servizio d’istituto, ha intimato l’alt a un’autovettura con a bordo una donna e la propria figlia di 8 anni.

Nel corso del controllo documentale di rito, avendo rilevato infrazioni al codice della strada per le quali si è mostrato disposto a soprassedere, il poliziotto ha usato violenza nei confronti della donna, palpeggiandola ripetutamente in più parti del corpo e tentando di convincerla ad avere ulteriori incontri con lui; il tutto in tempo di notte e alla presenza della figlia della vittima, dell’età di 8 anni. Terminati gli atti di rito, l’arrestato è stato associato agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

continua a leggere su Teleclubitalia.it