Sceglieva le sue vittime a caso, per strada, durante la pausa pranzo, che poi coincideva con le uscite delle scuole. Le seguiva fino all’androne del palazzo e, nell’attesa dell’ascensore, le palpeggiava per pochi secondi, una decina al massimo, e poi scappava. Le vittime sono tutte minorenni. Tre i casi accertati. Le vittime hanno 7, 12 e 13 anni.

È stato tradito dal suo scooter ed arrestato. L’uomo ha quella che si direbbe una vita normale. 51 anni, una famiglia ed un lavoro normali. Ha un precedente penale specifico, risalente a molti anni fa, che ha aiutato i Carabinieri ad identificarlo. Anche lo scooter è stato fondamentale.

inlineadv

Le violenze sono cominciare ad aprile del 2017. Il secondo episodio a maggio. I Carabinieri hanno raccolto le due denunce ed installato telecamere nella zona. Si sono quindi soffermati sul particolare dello scooter che faceva inversione di marcia dopo aver incrociato un gruppo di ragazzine. Un particolare fondamentale perché, tra i proprietari di uno scooter simile, c’era un uomo che tanti anni fa aveva molestato una ragazzina. Un dettaglio che l’ha incastrato definitivamente.

 

related