WhatsApp Sniffer, l’app nata per spiare WhatsApp: cos’è e come funziona

WhatsApp Sniffer, l’app nata per spiare WhatsApp: cos’è e come funziona

Sospetti che il tuo partner ti tradisca? Sei curioso di scoprire i segreti di qualcuno a te vicino? Niente paura, la tecnologia ti aiuta a violare buona parte delle disposizioni normative in materia di privacy dei tuoi cari. WhatsApp Sniffer è un software per Android e iPhone che consente di controllare WhatsApp in uso su un altro dispositivo che si trovi sotto copertura della stessa rete wi-fi. Sembrerà assurdo ma sembra che WhatsApp Sniffer sia davvero in grado di consentire di “spiare” una delle app più sicure al mondo. 

Certo, non bisognerebbe dimenticare che spiare il cellulare di un altro utente e carpire le conversazioni avvenute tramite l’ app di messaggistica istantanea è ovviamente un reato, punito dalla legislazione in materia anche con notevole severità. Ad ogni modo l’applicazione esiste ed è attualmente scaricabile. Non è reperibile su Android o Apple store, per ragioni legate appunto alla privacy, ma è facilmente installabile manualmente.

Ma come funziona?  WhatsApp Sniffer nasce per controllare WhatsApp sotto copertura della stessa rete wi-fi. Per intenderci l’utilizzo di WhatsApp Sniffer consente di “rubare” messaggi, testo, contenuti multimediali e quindi foto e video semplicemente tramite l’installazione di un’applicazione sul proprio smartphone e senza che il dispositivo spiato subisca alcuna conseguenza. Tranquilli, nessuno se ne accorgerà.

L’uso dell’applicazione è, tra l’altro, piuttosto semplice. Gli ultimi fatti di cronaca, accaduti proprio in ragione della diffusione non autorizzata di contenuti carpiti da WhatsApp in ragione di reati legati alla violazione della privacy, pongo l’accento sulla gravità di simili “soluzioni”. Insomma, attenti a generare “conseguenze inaspettate”.