Villaricca, il caso: a sei persone negato il diritto di voto al referendum

Villaricca, il caso: a sei persone negato il diritto di voto al referendum

Villaricca. Per un banale e grave disguido burocratico, sei persone non hanno potuto esprimere il loro parere sul referendum. E’ accaduto ieri sera verso le 20,30 in una scuola di Via Bologna, a Villaricca 2.  Tempo fa il Comune ha riorganizzato la distribuzione dei votanti nei vari seggi, stampando le nuove schede elettorali, con l’indicazione del nuovo seggio di pertinenza.

I sei cittadini si sono recati al seggio con le rispettive schede con le quali hanno sempre votato, ma il presidente gli ha fatto notare che il loro nome non risultava nel registro del seggio e che se volevano votare dovevano procurarsi la nuova scheda.

Armati di pazienza, si sono recati al Comune, ma neanche nel pacco delle nuove schede risultavano i loro nomi, per cui i dipendenti comunali hanno avanzato l’ipotesi che le avessero ricevuto a casa e che, nonostante tutto, si fossero recati a votare con le vecchie. Alla fine della giostra, sei persone, per uno strano disguido, non hanno potuto esercitare il loro diritto democratico.

Di Mimmo Rosiello