Si fingevano poliziotti per commettere rapine, 13 arresti. La base della banda era sul litorale domitio

Si fingevano poliziotti per commettere rapine, 13 arresti. La base della banda era sul litorale domitio

Arrestati 13 rapinatori, quasi tutti iraniani in attesa di status di rifugiato, che derubavano turisti a Roma, Milano, Venezia e Firenze, fingendo di appartenere alle forze dell’ordine in servizio per controlli antidroga.  Altri due sono tuttora ricercati. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata a commettere rapine ai danni di turisti.

Le indagini hanno consentito di individuare in totale 29 indagati, con base logistica a Castel Volturno (in provincia di Caserta), che colpivano in tutta la Penisola e alloggiavano durante la preparazione dei ‘colpi’ presso camping, residence o alberghi a ridosso dei grossi centri urbani prediligendo Roma, Milano, Venezia e Firenze, utilizzando sempre documenti e distintivi falsi.

Le indagini hanno inoltre permesso di accertare come molti degli indagati erano giunti clandestinamente in Italia, seguendo la rotta “Turchia-Grecia-Italia”. Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri del Comando provinciale di Roma. (ANSA)