Seguito dopo il prelievo, picchiato e colpito con un taser: preso uno dei rapinatori

Seguito dopo il prelievo, picchiato e colpito con un taser: preso uno dei rapinatori

Salvatore Solani, corallino, 41enne (in foto) con numerosi precedenti di polizia è stato arrestato per il reato di rapina aggravata in concorso con altre persone in fase di identificazione. I poliziotti del Commissariato Ponticelli, impegnati nel controllo del territorio, poco dopo le 12.00 transitando in Via dei Platani nel comune di Cercola, hanno notato un gruppo di persone all’esterno del cancello di uno stabile in Via degli Oleandri.

Gli agenti insospettiti hanno raggiunto il capannello di astanti. Oltre il cancello, i poliziotti, hanno notato una persona in terra bloccata da due uomini in piedi, e poco distante un’altra persona sempre in terra sanguinante con i vestiti strappati.  Prontamente scalcato il cancello, gli agenti hanno accertato che la persona  dolorante e con i vestiti strappati era stato appena rapinato dall’altro disteso in terra.

Gli agenti hanno accertato che la vittima unitamente ad un familiare si era recato poco prima ad effettuare un prelievo di contanti presso lo sportello dell’ufficio postale di via Italo Calvino in Ponticelli, difatti aveva prelevato dal ATM la somma di circa 3mila euro riponendola nel marsupio da lui indossato. L’uomo una volta giunto al viale degli Oleandri scendeva dalla vettura e si avviava nel viale di accesso  alla sua abitazione; mentre il familiare parcheggiava.

La vittima, udiva alle sue spalle dei passi di alcune persone, girandosi notava due giovani che lo aggredivano, mentre uno lo colpiva con delle scariche di Taser l’altro lo colpiva con pugni impossessandosi del marsupio che aveva alla vita. Il familiare, intento a parcheggiare, ha notato le due persone che aggredivano il congiunto e mentre tentava di scendere dall’autovettura era stato bloccato da altro giovane che indossava una maschera, ed armato di un Taser glielo puntava alla gola.

Le urla della vittima facevano accorrere altri familiari che, riuscivano a bloccare il 41enne mentre l’altro uomo, che si era impossessato del marsupio, raggiungeva il complice mascherato e scappavano. Le due vittime sono ricorsi alle cure dei sanitari con una prognosi di diversi giorni per entrambi. Il rapinatore è stato condotto al carcere di Poggioreale.