Scandalo al Comune di Napoli, soldi e favori sessuali in cambio di documenti

Scandalo al Comune di Napoli, soldi e favori sessuali in cambio di documenti

Napoli. Scandalo al Comune di Napoli. Chiedevano consumazioni al bar, effusioni e soldi in cambio di pratiche e documenti. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno dato esecuzione alla Sospensione dall’esercizio di un Pubblico Ufficio o Servizio emessa dal GIP di Napoli a carico di 2 impiegati del Comune di Napoli ritenuti responsabili -a vario titolo- di concussione, violenza sessuale, tentata truffa aggravata e induzione indebita a dare o promettere utilità.

Nel corso di indagini effettuate tra giugno e agosto 2015 e coordinate dalla Procura partenopea i militari dell’Arma hanno accertato che i 2 indagati (dell’ufficio servizi demografici della I municipalità) avevano costretto o indotto cittadini extracomunitari a offrire consumazioni al bar o a pagare somme di denaro di varia entità per il rilascio (dovuto) di documenti nonché raggirato uno straniero rappresentandogli la necessità di corrispondere del denaro per l’acquisto di marche da bollo.

In uno dei casi, inoltre, come è stato accertato dalle indagini uno degli indagati aveva costretto una donna a subire abbracci e un bacio, nonostante il rifiuto e i tentativi della donna di respingere il molestatore.