Ricette e sapori della nostra buona terra: zuppa di cereali con patate e fagioli cannellini

Ricette e sapori della nostra buona terra: zuppa di cereali con patate e fagioli cannellini

Ciao care amiche e cari amici!

Oggi vi consiglio una ricetta dall’ottimo apporto nutritivo e dal sapore intenso (un vero piatto unico!), che vede quale ingrediente principale il fagiolo cannellino cd. “Dente di morto”, presidio Slow Food, prodotto tipico di Acerra, coltivato in provincia di Napoli e Caserta.

La nostra buona terra campana non smette di sorprenderci e regalarci frutti straordinari: il mio consiglio sta nel preferire un’alimentazione ricca di questi fantastici prodotti, da acquistare secondo la stagionalità; una buona zuppa di cereali e legumi, piatto povero della nostra tradizione, è di gran lunga più salutare e gustosa di preparazioni già pronte e ricche di conservanti. Il segreto è saper utilizzare al meglio il nostro tempo, per cucinare con le nostre mani e garantirci e garantire una dieta alimentare completa e sana; nel caso in cui la nostra vita ci portasse fuori nell’ora di pranzo e/o cena, l’importante è saper scegliere bene dove recarci a mangiare e che piatti preferire.
Tornando alla ricetta.. Siete pronti ad una nuova avventura in cucina?

ZUPPA DI CEREALI CON PATATE E FAGIOLI CANNELLINI

Tempo di preparazione: 40 minuti
Ingredienti, per quattro persone
120 gr. di riso Augusto;
120 gr. di farro;
110 gr. di orzo perlato;
300 gr. di fagioli cannellini “Dente di morto” (Presidio Slow Food);
1 scalogno;
5 fette di salame;
1 carota;
3 patate;
4 pomodorini freschi;
salvia fresca q.b.;
olio e.v.o. q.b.;
sale q.b.;
100 gr. di parmigiano reggiano D.O.P. grattugiato fresco;
peperoncino piccante secco q.b.

Preparazione

Mettete a bagno i fagioli per circa 24 ore in acqua fredda, poi sciacquateli e fateli cuocere in abbondante acqua per circa 2 ore a fiamma dolce. Lavate le carote, le patate, i pomodorini e le foglie di salvia, eliminando le impurità; pelate le patate e tagliatele come i pomodorini a pezzetti piccoli. Private la carota dei torsoli e grattugiatela; tagliate lo scalogno a pezzetti e da un salame tipo “Napoli” intero, ricavatene le 5 fettine, che provvederete a tagliare a dadini. In una pentola antiaderente, versate circa 5 cucchiai di olio e.v.o. e fate scaldare pochissimo, per poi aggiungere il salame e dopo il primo “sfrigolamento”, subito lo scalogno, la salvia (ridotta a pezzetti con le mani) e la carota. Fate dorare ed aggiungetevi i pomodorini; fate cuocere circa 3-4 minuti e versatevi le patate a pezzetti; girate con un cucchiaio per far amalgamare bene i sapori e poi aggiungete i fagioli con un mestolo di brodo. Fate cuocere a fiamma moderata per circa 5 minuti ed aggiungete il resto dell’acqua di cottura dei fagioli; appena bollirà, versate in pentola circa 6 gr. di sale, il riso, il farro e l’orzo e fate cuocere circa 12 minuti a coperchio chiuso, girando di tanto in tanto per non far ammassare tutto (nel caso manchi liquido, aggiungete uno o più mestoli di acqua bollente e fate assorbire lentamente); a fine cottura versate altra salvia a pezzetti (circa 2 foglie), il peperoncino a piacere e mantecate con il parmigiano grattugiato.

Buon appetito dalla vostra Eliana ed alla prossima settimana, sempre su Tele Club Italia!