Renzi si dimette? Cosa succede ora con la vittoria del no

Renzi si dimette? Cosa succede ora con la vittoria del no

Renzi potrebbe essere a un passo dalle dimissioni. Se il risultato degli exit poll venissero confermati, il premier si dimette. Sembra un’equazione scontata per tutti gli osservatori nazionali e internazionali, visto l’importanza del referendum del 4 dicembre. A dare la notizia delle dimissioni potrebbe essere lo stesso Matteo Renzi nel discorso che terrà a mezzanotte a breve.

Va chiarito che Renzi  non ha alcun obbligo costituzionale a dimettersi.  E’ normale, però, che da un punto di vista politico, in caso di insucesso del referendum, si aprirebbe una crisi politica all’interno della sua maggioranza, che potrebbe rompere gli equilibri in Parlamento e nel Pd e costringere Renzi a rassegnare le sue dimissioni, o quanto meno a valutare la possibilità di rimpasti di governo con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Del resto il Colle non avrebbe alcun titolo per intervenire. La spinta a eventuale cambio di governo dovrebbe arrivare dal presidente del Consiglio in carica. Deve essere Renzi a bussare alla porta del Colle per dire che si dimette.  A questo punto Mattarella ha davanti due possibilità: il rinvio alle Camere per verificare l’esistenza di una fiducia all’esecutivo; l’apertura delle consultazioni nel caso le dimissioni del premier fossero irrevocabili.

Dalla sede del Pd ha parlato con cautela anche Lorenzo Guerini, portavoce e vicesegretario del PD: “Attendiamo la conferma dei dati. Convocheremo gli organi del partito e la direzione nazionale per la valutazione dell’esito referendario e per le iniziative politiche da assumere. Per ora registriamo l’ottima partecipazione dell’elettorato italiano al voto”.

Tutto è nelle mani di Renzi, dunque. Dimissioni comprese. Di fronte alla vittoria del No al referendum o a una valutazione politico-percentuale della sua sconfitta, potrebbe dire – al di là dei pronunciamenti parlamentari – di non avere più intenzione di guidare l’esecutivo. Non resta che attendere il discorso che terrà dalla sede del PD a mezzanotte.

RENZI SI E’ DIMESSO. VIDEO