Quattro ragazzini sullo scooter in pieno centro. Scoppia la polemica

Quattro ragazzini sullo scooter in pieno centro. Scoppia la polemica
NAPOLI. “Andare in tre in scooter è una cosa ormai superata, il futuro impone di andare in quattro e rigorosamente senza casco”. A denunciare ironicamente il pericolosissimo giro in moto nella zona di via Marina, via De Gasperi, e via Acton di quattro ragazzini a bordo di uno scooter sono il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli de La radiazza.
“Le foto dei quattro ragazzini, pubblicate sul profilo facebook di Giuliana Di Fiore, assessore comunale di Ercolano, lasciano senza parole per i pericoli corsi e per l’incoscienza che li ha spinti a percorrere un lungo tratto di strada in quelle condizioni” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “in casi del genere oltre alle classiche multe e al sequestro del mezzo bisognerebbe avviare anche l’iter per sottrarre i figli alla potestà genitoriale dei genitori che, evidentemente, non sono capaci di insegnare ai figli le regole fondamentali del vivere civile”.
“In una città in cui i clan sono retti da giovanissimi e la camorra ha visto un progressivo abbassamento dell’età degli affiliati, non ci si può permettere di lasciare che ragazzini crescano con il culto dell’illegalità” hanno concluso Borrelli e Simioli per i quali “di fronte a una situazione straordinaria servono misure straordinarie anche estendendo i casi in cui si possono sottrarre i figli a famiglie che vivono nell’illegalità”.