Pozzuoli, chiede 5 euro in sala scommesse. L’altro si rifiuta e lui estrae la pistola

Pozzuoli, chiede 5 euro in sala scommesse. L’altro si rifiuta e lui estrae la pistola

Scene di ordinaria follia ieri a Pozzuoli, in una sala scommesse di via Vecchia San Gennaro. Un 46enne chiede con insistenza e fare minaccioso 2 euro e una sigaretta a un giocatore 50enne. Anche per levarselo di torno l’uomo gli da una moneta e la sigaretta, ma il 46enne non si accontenta.

Subito dopo torna alla carica. Sempre con fare minaccioso chiede altri 5 euro. il 50enne si rifiuta. Il 46enne l’aggredisce verbalmente, estrae una pistola (poi rivelatasi una semiautomatica scenica privata di tappo rosso), spara un colpo a salve per intimidire la vittima ma non ci riesce, allora colpisce il malcapitato due volte: prima con una testata in faccia e poi a un tempia con il calcio della pistola.

La vittima viene portata all’ospedale di Pozzuoli ove i medici le diagnosticano “ferita lacero contusa e traumatismo alla testa” guaribili in 10 giorni. Nel frattempo scattano le ricerche dell’aggressore. Intervengono i carabinieri della stazione e del nucleo operativo e radiomobile di Pozzuoli che avviano le ricerche di Pietro Carnevale, un 46enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, che poco dopo viene individuato e arrestato su via Napoli mentre alla guida della sua autovettura si sta allontanando dalla zona.

Durante la perquisizione del veicolo viene trovata e sequestrata la pistola. Dopo le formalità di rito Carnevale viene ristretto agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.