Napoli, sequestrato “parco dell’amore”: ecco come funzionava

Napoli, sequestrato “parco dell’amore”: ecco come funzionava

Napoli. Sequestrato il “parco dell’amore”. Un parcheggio sorto dal nulla sotto un cavalcavia di via Sponsilli a Poggioreale, completamente abusivo, in un’area isolata. 15 stalli con tanto di tende per la privacy e con il materiale necessario a disposizione per incontri con le prostitute dell’area orientale. Il “parco” è stato scoperto e sequestrato dai carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli durante servizi di pattugliamento per il controllo del territorio.

Quando i militari vi hanno fatto irruzione c’erano numerose ragazze dell’est europa appartate nelle auto dei “clienti”. Il “gestore”, Raffaele Esposito, 50 anni, era in un gabbiotto all’ingresso e si faceva pagare 25 euro a incontro: 5 per il parcheggio e 20 per la ragazza. Nel gabbiotto 410 euro, che sono stati sequestrati.