Napoli, carabinieri si fingono acquirenti: in manette banda specializzata in furto e ricettazione

Napoli, carabinieri si fingono acquirenti: in manette banda specializzata in furto e ricettazione

Napoli. I carabinieri si sono finti acquirenti di un navigatore satellitare rubato e messo in vendita online per sgominare una banda dedita a furti e riciclaggio di navigatori e car stereo. In manette tutta la “filiera”. Nel laboratorio del gruppo, 50 “pezzi”, 2 rolex e migliaia di euro in contanti.

I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno sgominato un gruppo criminale specializzato nel furto e nella ricettazione o riciclaggio di car stereo e di navigatori satellitari.
Immagini di videosorveglianza riprendono 2 ladri, Antonio Pelliccia, 36 anni e Giuseppe Amendola, 42 anni, mentre rubano il navigatore satellitare da una jeep nuova in sosta sulla pubblica via, nel centro del capoluogo campano. Ma i carabinieri hanno accertato che il loro “giro” era più grosso, ricostruendo la loro partecipazione a vari furti in varie parti della città.

I 2 “tecnici” invece, Massimiliano e Salvatore Russano, rispettivamente 46 e 20 anni, provvedevano a decodificare i numeri di sblocco di stereo e navigatori e a cambiare le etichette con i riferimenti seriali di fabbrica per metterli in vendita a prezzi “d’occasione” su un noto sito di annunci online.
Simulando di essere acquirenti interessati al navigatore di una jeep, i militari dell’arma sono riusciti a fermare anche i ricettatori, i Russano, e a scoprire la posizione del laboratorio clandestino per la ripulitura dei dispositivi.