Morto Andrea Mongiardo, aveva il cuore di Nicholas Green

Morto Andrea Mongiardo, aveva il cuore di Nicholas Green

E’ morto a 22 dal trapianto Andrea Mongiardo. Il suo cuore, che era anche quello di Nicholas Green, il bimbo americano di 7 anni deceduto sulla Salerno-Reggio Calabria nel 1994 durante un tentativo di rapina.

Andrea è morto a 37 anni stroncato da un linfoma, dopo 22 anni dal trapianto che gli aveva salvato la vita. Nicholas era già gravissimo, morì dopo due giorni di coma all’ospedale di Messina, il 1 ottobre. La sua storia commosse il mondo. Anche perchè i genitori decisero di donare il suo cuore e gli altri organi. Sette persone tornarono a vivere grazie alla generosità di Reg e Maggie Green.

Il rapporto fra i Green e l’Italia, iniziato così drammaticamente, non si è mai interrotto: anche di recente papà Reginald è stato nel nostro Paese spesso con la famiglia (compresi i due gemelli nati due anni dopo la tragedia) per incontrare i medici autori dei trapianti degli organi del corpo di suo figlio.

«Dalla morte di Nicholas non ho mai smesso di parlare a convegni e rilasciare interviste, per spiegare l’importanza di donare gli organi – ha detto – È un modo per continuare a sentirlo ancora vivo». E a Nicholas in questi anni sono stati intitolati moltissimi parchi, strade, piazze, scuole, aule un po’ in tutta Italia, anche a Qualiano e Villaricca.