Melito, arrestato commerciante: stava per uccidere un uomo al Comune

Melito, arrestato commerciante: stava per uccidere un uomo al Comune

Era oberato di debiti. Da tempo non riusciva più a pagare il prestito concessogli. Non un prestito legale purtroppo. L’uomo, F.B., un commerciante dei Melito, si era affidato ad un usuraio che pare lo vessasse da tempo imponendogli un tasso troppo alto. Preso forse dalla disperazione ha quindi deciso di impugnare l’arma e di attendere il suo aguzzino ai piedi del palazzo comunale. Qualcuno però lo ha notato ed ha allertato carabinieri della vicina tenenza che sono intervenuti immediatamente.

I militari dell’Arma sono riusciti a disarmarlo velocemente. Lui scosso, alla fine li ha anche ringraziati. “L’avrei ucciso” avrebbe detto ai carabinieri. Gli uomini delle Benemerita lo hanno arrestato per porto e detenzione illegale di armi. Pare che il commerciante sapesse che l’usuraio dovesse recarsi al Comune. Non si sa come lo sapesse, né quanti soldi gli deve. Ai carabinieri non ha nemmeno confessato a quanto ammonta il suo debito.