Marano. Nuovo comandante della Polizia municipale, una poltrona per due

Marano. Nuovo comandante della Polizia municipale, una poltrona per due

Il nuovo comandante dovrebbe essere scelto all’interno del Corpo dei vigili urbani, tra coloro che hanno i requisiti per svolgere tale compito. Così ci ha lasciato intendere l’assessore alla Polizia Municipale Francesca Beneduce. La poltrona, dunque, se la contenderanno il capitano Maria Silvia De Luca, attuale responsabile del settore Polizia municipale e titolare della posizione organizzativa, e il capitano Brigida Costa.

Chi la spunterà? Sono entrambe degli ottimi ufficiali con grande esperienza nel settore della polizia municipale, ci ha riferito un poliziotto municipale che svolge da diversi anni anche il ruolo di sindacalista. De Luca ha già ricoperto la carica di comandante nel 2007, ma, nel 2010, il sindaco dell’epoca, Salvatore Perrotta, decise di deporla dall’incarico. La decisione fu figlia di una polemica che De Luca ebbe con l’amministrazione, per non aver percepito alcune spettanze riferite ai primi tre mesi del 2010 e relative alla sua qualifica dirigenziale.

Al posto della De Luca subentrò Mario D’Alterio, in quel momento capo della Polizia municipale di Villaricca (svolgeva entrambi gli incarichi). De Luca avviò una vertenza giudiziaria contro l’ente che pare sia stata archiviata dal giudice. In quel periodo decise di trasferirsi al Comune di Arzano, in qualità di responsabile ad interim dell’area Risorse umane, strategiche, staff e servizi. Ritornò a Marano agli inizi del 2013 con le idee ben chiare: “ho intenzione di candidarmi alla dirigenza del comando di Polizia municipale – dichiarò al periodico locale l’attesa – penso di aver dimostrato nella mia carriera, di avere le credenziali adatte per questo impegnativo compito”.

Il capitano Brigida Costa, invece, arrivò a Marano a ottobre del 2005 con la mobilità dal Comune di Napoli e andò a ricoprire il ruolo di responsabile operativo territoriale, incarico che espletò fino a settembre 2011.

“Successivamente – dichiarò a un giornale locale – il sindaco Perrotta mi fece l’onore di offrirmi il Comando, ma rifiutai per correttezza nei confronti della collega (Maria Silvia De Luca, ndr) sollevata dall’incarico”.

Poi, su richiesta del sindaco Cavallo, accettò di rivestire, come unico ufficiale presente all’epoca all’interno del Corpo, il ruolo di Comandante e di responsabile della Protezione civile, da fine settembre 2011, incarico rinnovatole anche dal Commissario straordinario fino al 31 dicembre 2012, senza alcun compenso aggiuntivo, ma con solo quello legato alla posizione organizzativa.

Dopo fu designato ad interim capo dell’Area Vigilanza l’ex segretario comunale Aldo Ferrara. In seguito fu bandito il concorso per il ruolo di comandante, attraverso l’istituto della mobilità esterna, cioè di coloro che avevano avuto esperienze similari presso altre amministrazioni. Il bando fu vinto dal comandante Stefano Guarino, che, però, rinunciò per restare ad Aversa. L’amministrazione, dunque, emanò un nuovo bando, per cui, a giugno 2014, venne a Marano il colonnello Claudio Cappuccio che vi restò  poco meno di un anno. A giugno 2015, l’incarico fu affidato ad interim al dottor Luigi De Biase, dirigente dell’Area amministrativa che lo detiene attualmente.

 

Domenico Rosiello