Marano, Salvatore Gala ha aperto la porta della gioielleria al suo assassino

Marano, Salvatore Gala ha aperto la porta della gioielleria al suo assassino

Si indaga sull’omicidio di Salvatore Gala, detto Maurizio. L’uomo trovato morto ieri mattina all’interno della sua gioielleria. Il 42enne, secondo le prime indiscrezioni, avrebbe aperto la porta al suo assassino.

La persona che gli avrebbe sparato un colpo preciso alla testa, che ha preso i gioielli e che si è dato alla fuga portando con se alcuni gioielli. Quasi un piano premeditato e studiato nei minimi dettagli. A partire proprio dal quello sparo dritto alla nuca.

I carabinieri di Giugliano hanno interrogato l’anziana madre dell’uomo, la sorella e anche l’ex moglie, insieme a qualche commerciante della zona ed ovviamente gli amici. C’è chi parla di qualche piccolo problema di droga, chi di qualche debito contratto per mandare avanti la gioielleria che palesava qualche difficoltà ultimamente.

Maurizio è descritto come un ragazzo gioviale, un po’ taciturno, ultimamente più del solito a seguito del divorzio con la moglie. Insomma si indaga nella vita privata dell’uomo. L’ipotesi della rapina finita male sembra scemare sempre di più.