Insospettabile casalinga aveva un arsenale nascosto, la sua casa era la base di un clan

Insospettabile casalinga aveva un arsenale nascosto, la sua casa era la base di un clan

Una pistola a tamburo  357 “Colt”, munita di 5 proiettili, una pistola “Beretta” calibro 9×21, completa di caricatore con 10 proiettili, un fucile a canne mozze di marca Benelli, un micidiale fucile mitragliatore di fabbricazione cinese, del tipo usato dalle forze armate statunitensi, munito di 20 munizioni, è il bilancio di una brillante operazione eseguita, nella notte, dagli agenti del Commissariato di Polizia “Vicaria-Mercato” che ha portato all’arresto di una donna incensurata, di 48anni, moglie di un rapinatore.

I poliziotti, a seguito di un’articolata indagine, sono riusciti a fare irruzione nell’abitazione della donna, utilizzata come base logistica dai clan della zona, come deposito delle micidiali armi.

Saranno gli accertamenti tecnico-balistici della Polizia Scientifica ad accertare se le armi siano state usate nei recenti episodi criminosi.