India, bimba “Mowgli” viveva tra le scimmie: scoperta choc

India, bimba “Mowgli” viveva tra le scimmie: scoperta choc

Mowgli esiste. Ed è stata trovata in India. La polizia indiana ha trovato in una foresta dell’Uttar Pradesh una bimba di 8 anni che viveva allo stato brado fra gli animali. “Adottata” da un branco di scimmie, è stata portata in ospedale per verificare le sue condizioni. Alla vista degli agenti, i primati e la bambina hanno cercato di spaventarli emettendo grida.

Nonostante la resistenza della bambina, il vice-ispettore Suresh Yadav è infine riuscito, con molta pazienza, a prenderla con sé e a condurla fuori della foresta. “Inizialmente – ha spiegato Yadav – quando mi sono avvicinato a lei, ha cercato di spaventarmi emettendo grida simili a quelle animali. Ma poi con pazienza sono riuscito a raggiungerla e consegnarla ai medici dell’ospedale locale”, ha concluso.

L’agenzia di stampa Ani riferisce che due mesi fa un ufficiale di polizia, in pattugliamento nella Riserva naturale di Katarniaghat, non ha creduto ai propri occhi quando ha visto correre poco lontano da lui una bimbetta nuda, seminascosta da numerose scimmie.

La piccola mangia e cammina come gli animali e alla vista di altri esseri umani ha paura e scappa. Si tratta di un caso eccezionale nel mondo dell’etologia. Le condizioni della piccola Mowgli di salute ora sono confortanti: “Ha cicatrici ovunque sulla pelle, segno che è vissuta e cresciuta insieme agli animali”. Medici e autorità stanno indagando per scoprire chi sia la ‘piccola Mowgli’, da dove provenga e quanto tempo abbia trascorso nella jungla in quello stato. E, soprattutto, bisogna capire come abbia fatto a sopravvivere.