Icardi aggredito sotto casa da 40 ultras

Icardi aggredito sotto casa da 40 ultras

Mauro Icardi aggredito sotto casa. Il giocatore argentino è stato vittima di un’aggressione da parte di una quarantina di ultras nerazzurri, probabilmente appartenenti alla Curva Nord, che dopo i cori e gli striscioni della partita di oggi hanno voluto passare incredibilmente alle vie di fatto.

Massimo Brambati, che vive nello stesso condominio di Maurito, ha raccontato la scena: “Sono abituato a vedere entrare e uscire calciatori dal mio palazzo, vive lì anche Maurizio Ganz. Hanno aggredito la macchina di Icardi, erano in 40 di cui una decina fermi. I supporters hanno anche appeso uno striscione fuori dal condomino con riferimento alle dichiarazioni post-Sassuolo riportate nell’autobiografia: “Noi ci siamo, quando arrivano i tuoi amici argentini ci avvisi o fai da infame?”

Sempre secondo la testimonianza di Brambati, il peggio è stato scongiurato per l’intervento del portinaio del condominio, membro di una cooperativa di sicurezza, che si è presentato fuori dal condominio “con una pistola in bella vista. Icardi ha poi chiesto che venisse rimosso lo striscione“. La rottura tra Icardi e la curva nord sarebbe ormai sancita anche da questo brutto episodio.