E’ morta Kashmir, la tigre di Napoli. “Per anni nelle gabbie della vergogna”

E’ morta Kashmir, la tigre di Napoli. “Per anni nelle gabbie della vergogna”

“E’ morta Kashmir, la tigre che, da tempo, era stata ricoverata in uno spazio dello zoo di Napoli non accessibile al pubblico per le precarie condizioni di salute”. A darne notizia i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e la responsabile cittadina dei diritti degli animali, Patrizia Cipullo, ricordando che “era uno degli animali che stavano da più tempo nello zoo di Napoli e che aveva vissuto i giorni difficili successivi al fallimento della società che gestiva la struttura, giorni in cui i Verdi si organizzarono per portare cibo agli animali rimasti addirittura senza i pasti”.

“Kashmir era seguito dallo staff veterinario dello zoo, ma, nonostante le cure ricevute, è morto per le conseguenze di un’insufficienza renale che si accompagnava anche a un’artrosi che lo costringeva a stare tutto il giorno accovacciato” hanno aggiunto i Verdi sottolineando che “in ogni caso, con i suoi 19 anni, ha raggiunto quasi l’età media per una tigre che vive in cattività, che è vicina ai 20 anni”. “Delle tre tigri costrette a vivere per anni in gabbie piccolissime e inadeguate, una vera e propria vergogna, ora, è rimasta solo Khira che gode di buona salute e condivide con gli altri felini lo spazio certamente più adeguato messogli a disposizione negli ultimi mesi, grazie all’impegno dei nuovi gestori dello zoo” hanno concluso Borrelli e Cipullo sottolineando che “i Verdi continueranno a vigilare affinché siano garantite le migliori condizioni di vita agli animali ospitati nella struttura di Fuorigrotta”.