Clamoroso Gratta&Vinci, vince 10 milioni di euro con pochi euro

Clamoroso Gratta&Vinci, vince 10 milioni di euro con pochi euro

Desio. Clamorosa vincita da record a Desio, nel cuore della Brianza. Sono stati vinti 10 milioni di euro con “Occasione Preziosa”, il Gratta e Vinci più ricco della storia non solo italiana, ma di tutte le lotterie istantanee del Vecchio Continente. In Italia è il premio più alto del 2016 e degli ultimi tre anni. Per il momento si sa solo che il tagliando vincente è stato acquistato nel punto vendita di Ferruccia Cuppari, a pochi passi dall’ospedale della città, in Via Per Cesano Maderno, ma ovviamente è mistero – come sempre avviene in questi casi – sul fortunatissimo acquirente

Dieci milioni di euro è una cifra pazzesca e sarei contenta se la buona stella avesse toccato una donna: si sa sono più brave a gestire e organizzare la famiglia! Se vincessi io? Non cambierei stile di vita, ma comprerei una bella casa e, lo ammetto, chiuderei bottega!”, commenta Ferruccia Cuppari, titolare del punto vendita. Tra gli avventori dell’esercizio commerciale dove è stato acquistato il Gratta e Vinci, tutti tacciono o si lasciano sfuggire frasi fatte, da “speriamo che sia una brava persona” a “speriamo che sia qualcuno che ne ha bisogno”. C’è poi chi fantastica su quel che farebbe con quei soldi: si passa dalla solidarietà coi terremotati a quella per i bimbi meno fortunati, mentre c’è chi abbatterebbe il locale “ecomostro”, alto oltre trenta piani.

Tra le ultime clamorose vincite con un Gratta e Vinci c’era stata quella di uno studente universitario nato sotto il segno dei pesci che, grattando un biglietto della lotteria istantanea “50X”, grazie al numero fortunato “12”, si è aggiudicato ben due milioni di euro. Il Gratta e Vinci milionario è stato acquistato ad aprile a Viareggio, nel punto vendita di Marco Silicani, in via San Martino 211, a pochi passi dalla stazione ferroviaria. Medesima vincita qualche giorno prima alla tabaccheria “La Vittoria” in corso Cavour, nel centro storico di Foligno. In quel caso, a grattare il tagliando fortunato era stato un operaio straniero di una trentina d’anni, “uno che tutti i giorni si spezza la schiena per portare a casa lo stipendio”, perfettamente integrato nel tessuto sociale, come sottolinea chi lo conosce.

Fonte: Direttanews.it