Capodanno 2017, menu cenone capodanno e ricette

Capodanno 2017, menu cenone capodanno e ricette

Il capodanno è alle porte e con esso arriva anche il menu cenone di capodanno da offrire ai propri ospiti per augurare un buon 2017. Non manca il capodanno last minute e le sue ricette per il cenone di capodanno 2017.

In attesa della mezzanotte sono tante le pietanze che si possono degustare ma il problema sorge per chi è ai fornelli. Cosa preparare? cosa comprare? cosa cucinare?. Di seguito vi proponiamo alcuni piatti che possono fare al caso vostro. In prevalenza, come da tradizione, ci sono i piatti a base di pesce e frutti di mare.

CLICCA QUI PER I MIGLIORI AUGURI DI CAPODANNO

CLICCA QUI PER CONOSCERE OFFERTE VIAGGIO E EVENTI IN PIAZZA A CAPODANNO

ANTIPASTI

Ora vediamo le migliori ricette per preparare degli squisiti antipasti nel giorno di Capodanno 2017.

TARTINE AL CAVIALE:

Per realizzare le tartine di caviale, lasciate ammorbidire il Burro Santa Lucia a temperatura ambiente. 
Ponetelo in una ciotola, unite la scorza di limone e il succo, poi lavorate energicamente per ottenere una crema liscia.
Tagliate il pane per tramezzini in quadretti di 5 cm di lato circa, e spalmatevi sopra la crema al Burro Santa Lucia. 
Tagliate finemente l’erba cipollina. Con l’aiuto di un cucchiaino, disponete il caviale sopra ogni tartina e guarnite con l’erba cipollina. 
Servite le vostre tartine col caviale su un piatto da portata.

TORTINO DI CARCIOFI: 

Per realizzare il tortino di carciofi, per prima cosa dovete pulire i carciofi. Una volta eliminate le foglie esterne, il gambo e le spine, tagliateli a spicchi e metteteli in una soluzione di acqua e succo di limone.
In una padella antiaderente fate scaldare un filo d’olio con lo spicchio d’aglio e aggiungete i carciofi scolati. Dopo averli salati, coprite con un coperchio e fate cuocere circa 10 minuti.
Nel frattempo in una ciotola lavorate la Ricotta Santa Lucia con le uova, dopodiché incorporate i carciofi, mescolando fino ad ottenere un impasto omogeneo. Versate il composto in 5 stampini già oliati e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per almeno 30 minuti.
Gustate il vostro tortino di carciofi dopo che si sarà intiepidito.
COCKTAIL DI GAMBERETTI

Per preparare il cocktail di gamberetti lessate i gamberetti nell’acqua bollente per 3 minuti e poi scolateli. Scottateli per pochi minuti in una padella, dove avrete prima fuso il Burro Santa Lucia e aggiustate di sale e pepe. A questo punto metteteli da parte, lasciateli intiepidire e, mentre si raffreddano, dedicatevi alla salsa rosa. In una terrina unite la maionese e il ketchup e mischiateli; aggiungete una spruzzata di Brandy e un cucchiaio di salsa Worcestershire e mischiate ancora, fino ad ottenere una salsa rosata liscia e omogenea. Versate i gamberetti, ormai tiepidi nella salsa e lasciate il tutto in attesa in frigorifero. Nel frattempo lavate e mondate il sedano, la carota e le foglie di insalata. Asciugateli e poi affettate finemente il sedano e la carota in una ciotola e conditeli con poco olio, sale e aceto. Prendete dei bicchieri da cocktail, se li avete quelli alti da Martini, e fasciateli con le foglie di insalata. Mettete sul fondo un paio di cucchiaiate del mix di sedano e carote e poi versate sopra la salsa rosa con i gamberetti. Il vostro cocktail di gamberetti è pronto per essere servito.

TARTINE AL SALMONE

Per preparare le tartine di salmone, lasciate il Burro Santa Lucia a temperatura ambiente affinché si ammorbidisca. Ponetelo poi in una ciotola con la scorza di limone e il succo, lavorando energicamente fino a creare una crema vellutata. Aggiungete qualche fogliolina di aneto e mescolate amalgamando bene gli ingredienti. Tagliate il pane per tramezzini in quadretti di 5 cm di lato circa. Affettate il cipollotto e conditelo con un’emulsione ottenuta mescolando due cucchiai d’olio extra vergine d’oliva con due cucchiai di succo di limone; poi tenetelo da parte. Aprite la confezione di salmone affumicato, separate le fette di salmone con cura e ricavatene dei filetti. Spalmate la crema di burro sulle tartine e adagiatevi sopra un filetto di salmone, guarnendo con qualche cipollotto precedentemente condito. Servite le vostre tartine al salmone su un piatto da portata. Consigli dello chef: per decorare potete usare dell’erba cipollina sminuzzata; se preferite realizzare dei veri e propri crostini, mettete il pane in forno per qualche minuto prima di farcirlo.

PRIMI PIATTI

Ora passiamo ai primi piatti. Pietanze uniche scelte apposta in occasione del Capodanno. Ecco le ricette.

TAGLIATELLE AL TARTUFO

Per realizzare le tagliatelle al tartufo dovete prima di tutto portare a bollore abbondante acqua salata. Adesso prendete il tartufo e con l’aiuto di una spazzolina, pulitelo dall’eventuale terra; a questo punto tritatelo finemente o con un coltello o con l’ausilio di un tritatutto. In un wok sciogliete i 50 g di Burro Classico Santa Lucia, unite il tartufo precedentemente tritato e fate insaporire qualche minuto. Versate 320 g di tagliatelle in acqua bollente, e, non appena si piegano, con l’aiuto di pinze da cucina, scolatele e versatele nel wok col tartufo, aggiungendo 3 mestoli di acqua di cottura. Continuate a mescolare e aggiungete acqua di cottura fin quando non avrete raggiunto la cottura desiderata. Adesso aggiungete il panetto di Formaggio Fresco Spalmabile Santa Lucia e stemperate con qualche cucchiaio di acqua di cottura fino a creare una gustosa cremina che amalgamerà i sapori. A questo punto potete servire le vostre tagliatelle al tartufo ben calde e vellutate macinando qualche grano di pepe al momento.

LASAGNE DI PESCE
Ecco come realizzare le lasagne di pesce: lavate e lessate prima di tutto i gamberi, dopodiché sgusciateli.
A parte preparate il prezzemolo tritato, il sedano e la cipolla anch’essi tritati. Fate rosolare i gamberi in una padella con il Burro Santa Lucia Galbani insieme al trito di sedano, cipolla e prezzemolo. Quindi insaporite il tutto con il sale, il pepe, il chiodo di garofano e la paprika. Una volta che i gamberi saranno imbionditi, sfumateli con il vino bianco, e, appena questo sarà evaporato, aggiungete alla preparazione anche i pomodori pelati e un mestolo di acqua di cottura dei gamberi che avrete lasciato da parte. Fate cuocere il tutto finché la salsa non avrà raggiunto una giusta consistenza.
Per la besciamella
Nel frattempo dedicatevi a realizzare la besciamella. Fate sciogliere il burro nel fondo di una pentola o in quello di una casseruola, aggiungeteci la farina e, sempre mescolando, fate cuocere il composto per alcuni minuti. A questo punto unite il latte e, continuando a rigirare, insaporite il preparato con il sale, il pepe e la noce moscata. Lasciate cuocere la besciamella per 10 minuti senza smettere mai di mescolare.
Per le lasagne
A operazione conclusa, bollite le lasagne verdi al dente (potete aggiungere dell’olio extravergine d’oliva nell’acqua di cottura per evitare che le lasagne si attacchino tra loro), dunque scolatele e adagiatele in una teglia o in una pirofila imburrata e cosparsa di besciamella. Condite il primo strato con fiocchetti di Burro, uno strato di besciamella, piccoli pezzi di Certosa Galbani e uno strato di salsa con gamberi. Ripetete l’operazione per altri due strati. Dopodiché concludete le vostre lasagne con un ultimo strato di besciamella. Infornatele in forno preriscaldato alla temperatura di 180° per 15 minuti. Servite le lasagne di pesce ben calde.

RISOTTO AL MELOGRANO

Per preparare il risotto al melograno per prima cosa dovete sgranare i due melograni; una volta raccolti i semi, affettate grossolanamente il porro e fatelo imbiondire con 50 g di Burro Santa Lucia, aggiungete poco brodo vegetale e quando si saranno inteneriti, frullateli con il tritatutto fino ad ottenere una crema vellutata. Sciogliete 50 g di Burro Santa Lucia in una pentola e fate tostare il riso, poi sfumate con il vino rosé e fate evaporare mantenendo alta la fiamma.
Quando il vino sarà evaporato, abbassate la fiamma e aggiungete la crema di porri, mescolate bene e cominciate ad aggiungere il brodo vegetale poco per volta, lasciando assorbire mescolando continuamente. Con l’ausilio di un passaverdure, passate i semini del melograno, avendo cura di conservarne una manciata che ci occorrerà come decorazione finale del piatto. Aggiungete il succo al riso a metà cottura e mescolate con cura.  Quando il riso sarà cotto, toglietelo dal fuoco e mantecate con il Burro Santa Lucia rimasto. Potete servire il vostro riso al melograno guarnendo ogni piatto con qualche chicco che avete conservato precedentemente; servite caldo.

PASTA AL SALMONE

Per realizzare la pasta al salmone tagliate prima di tutto a striscioline il salmone affumicato, dopodiché fatelo saltare in padella con 20 g di Burro Santa Lucia. Quindi aggiungete la panna liquida. Ad operazione conclusa rigirate il condimento con l’ausilio del cucchiaio di legno, facendolo addensare a fuoco molto basso. Una volta che la preparazione sarà addensata, unitevi la vodka. Dopodiché continuate a mescolare il composto per alcuni minuti. Spento il fuoco, dedicatevi a lessare la pasta in abbondante acqua salata. A cottura raggiunta scolatela molto bene. Quindi mescolatela per bene al condimento. Infine, unite il rimanente burro alla vostra pasta al salmone. Rigirate il tutto e versate la pietanza in una zuppiera precedentemente riscaldata. Dunque servitela caldissima.

SECONDI PIATTI

Infine concludiamo con i secondi piatti. Le migliori ricette per il capodanno 2017.

INVOLTINI DI MELANZANE 

Per preparare gli involtini di melanzane iniziate lavando le melanzane e privandole del picciolo verde. Tagliatele a fettine sottili nel senso della lunghezza, quindi friggete le fette un paio alla volta in poco olio a fiamma media. Scolatele, tamponatele dall’olio in eccesso con carta assorbente e tenetele da parte. Ora preparate una salsa di pomodoro mettendo in una padella antiaderente poco olio extra vergine d’oliva assieme allo spicchio d’aglio in camicia. Fate insaporire un paio di minuti, quindi aggiungetevi i pomodori pelati: cuocete a fiamma media per circa 15 minuti e alla fine profumate con foglie di basilico fresco. Adesso preparate la farcitura: prendete una terrina, mescolate la Ricotta Santa Lucia con la Mozzarella Santa Lucia tagliata a dadini, una cucchiaiata di formaggio grattugiato, qualche foglia di basilico tritato, sale, pepe e una grattata di noce moscata. In seguito mettete un cucchiaio di crema di formaggio su ogni fetta di melanzana e avvolgete in modo da creare degli involtini. Posizionate le melanzane farcite in una pirofila da forno (o se preferite in una teglia), cospargete con generosa salsa di pomodoro, spolverizzate con formaggio grattugiato e cuocete in forno a 180° per circa 20 -25 minuti. I vostri involtini di melanzane sono pronti da gustare! Serviteli ben caldi.

PETTO DI POLLO AL TARTUFO

Per realizzare il petto di pollo al tartufo, per prima cosa prendete il petto di pollo e praticate un taglio dall’alto verso il basso, così da ottenere una fetta grossa e bella aperta. Battetela con un batticarne, salate e pepate. Spazzolate con cura il tartufo nero. Dopo averlo lavato ed asciugato, grattugiatelo finemente e mettetene metà in una ciotola, dopodiché aggiungete il Formaggio Fresco Spalmabile Santa Lucia e lavorate con un cucchiaio finché gli ingredienti non saranno del tutto amalgamati. Pelate la patata e tagliatela a fettine sottili. Mettete i funghi porcini in ammollo in acqua tiepida per 10 minuti.A questo punto, spalmate uno strato di crema di formaggio e tartufo sulla fetta di petto di pollo, coprite con le fette di patata e con i funghi ben strizzati. Senza far fuoriuscire il ripieno, arrotolate il petto di pollo su se stesso e legatelo con dello spago da cucina. In una padella antiaderente, fate sciogliere una noce di burro con un filo d’olio, rosolate il pollo su tutti i lati e sfumate con il vino bianco. Trasferite la carne in una pirofila, assieme al sugo di cottura, e fate cuocere in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti. Nel frattempo, preparate la salsa: versate qualche cucchiaio d’olio in un pentolino e fate scaldare uno spicchio d’aglio.  Quindi togliete dal fuoco, aggiungete il tartufo grattugiato rimasto e mescolate, avendo cura di recuperare l’aglio. Quando la carne sarà cotta, fatela riposare 15 minuti coperta in carta d’alluminio, così che risulti più morbida, dopodiché, tagliatela a fette e, una volta impiattata, irroratela con la salsa. Il vostro petto di pollo al tartufo è pronto!

FILETTO ALLA ROSSINI

Seguite con attenzione il procedimento per preparare il filetto alla Rossini, ma prima preparate i fichi arrosto.
Tritate finemente il rosmarino e la salvia. In una ciotola emulsionate mezzo bicchiere di olio extra vergine d’oliva, una noce di Burro Santa Lucia, un filo di aceto balsamico e il trito. Amalgamate bene e mettete da parte. Pulite e lavate i fichi, asciugateli, metteteli in una pirofila e irrorateli con l’emulsione, sia fuori che dentro (fate un taglio con il coltello per aprirli, ma non totalmente. Metteteli i fichi sotto il grill del forno per 10 minuti. In una padella sciogliete una noce di Burro Santa Lucia e il Formaggio Fresco Spalmabile Santa Lucia. Unite il curry e poi i fichi arrosto e amalgamate bene salando a piacere. Infarinate i filetti di manzo, rosolateli in padella con il Burro Santa Lucia, stando attentissimi a non bucarli con la forchetta ma lasciandoli comunque al sangue, salate e pepate e spegnete la fiamma. In un’altra padella fate dorare in olio e burro le fette di pancarrè. In un’altra ancora fate rosolare il foie gras. Mettete su ogni fetta di pancarré un filetto di manzo, adagiateci il foie gras rosolato in padella e decorate con scaglie di tartufo. Versate il Madera nel fondo di cottura della carne, fate restringere a proprio piacimento e bagnate le fette di filetto alla Rossini.

Servite il tutto accompagnato con i fichi arrosto al curry.