Bruciò la compagna cospargendola con l’alcool: fermato per tentato omicidio

Bruciò la compagna cospargendola con l’alcool: fermato per tentato omicidio

In data odierna, i Carabinieri della Compagnia CC di Maddaloni, a conclusione di articolata indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno dato esecuzione al provvedimento di fermo emesso dal PM, nei confronti di Bach Sais Rachid  ci. 1968, cittadino di nazionalità algerina senza fissa di dimora e sprovvisto di documenti regolari per il soggiorno in Italia, ritenuto gravemente indiziato in ordine al reato di tentato omicidio commesso ai danni di una donna kazaka ci. ’77.

L’autore del fatto, nella tarda serata dell’08 dicembre 2015, all’interno di una casa diroccata ubicata nel comune di San Felice a Cancello (CE), aveva tentato di ardere viva la donna cospargendola con dell’alcool etilico per uso domestico e dandole fuoco con un accendino. La malcapitata, soccorsa da personale del 118, veniva trasportata immediatamente presso il reparto Centro Grandi ustioni dell’ospedale Cardarelli di Napoli, ove veniva giudicata affetta da lesioni per il 60% del corpo e considerata in pericolo di vita. Tuttora è ancora ricoverata presso la citata struttura sanitaria e le sue condizioni sono in miglioramento.

Il fermato, espletate formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere