Eboli, “Figlio mio, dove sei?”: lo ritrova morto sui binari a 18 anni

Eboli, “Figlio mio, dove sei?”: lo ritrova morto sui binari a 18 anni

Una tragedia che ha sconvolto un’intera comunità. Angelo Cinolo, 18enne di Eboli, è stato investito e ucciso ieri pomeriggio da un treno in località San Nicola Varco.

L’episodio è avvenuto intorno alle 18. Come riporta Salerno Today, il ragazzo è stato travolto dal treno “Intercity 55” diretto a Reggio Calabria. Stando ad una prima ricostruzione, Angelo avrebbe perso l’equilibrio e nel buio si sarebbe reso conto di essere sui binari. Con lui c’era il padre. Lo ha cercato dappertutto, ma sembrava essersi dissolto.

Così, un attimo prima dell’incidente, il papà di Angelo si è recato dai carabinieri per denunciare la sua scomparsa. Sul posto è giunta l’unità rianimativa della Croce Azzurra di Licincella, i cui operatori sanitari non hanno potuto far altro che constatare il decesso. La notizia della morte di Angelo ha gettato nello sconforto la città di Eboli, lasciando un vuoto incolmabile alla sua famiglia. Molti volevano bene al ragazzo, che era conosciuto soprattutto per la sua attività di chirichetto che svolgeva con don Donato Orlando nella chiesa di San Vito.