Incubo in Campania, 14enne abusata in casa famiglia da un operatore: è nei guai

Incubo in Campania, 14enne abusata in casa famiglia da un operatore: è nei guai

Abusata sessualmente da un operatore in una casa famiglia. E’ la triste storia di una 14enne, giunta nel 2015 nella struttura a seguito di alcune vicissitudini familiari.

Il pubblico ministero Elena Guarino ha chiesto il rinvio a giudizio per T.M. – queste le sue iniziali – 27 anni, salernitano, accusato di avere approfittato di una 14enne ospite in una casa famiglia situata nella zona orientale della città.

Come riporta il Mattino, inizialmente T.M. aveva stabilito con la 14enne un forte legame: lei,  con una storia familiare difficile alle spalle, aggravata poi dall’arresto della madre per spaccio di stupefacenti, si fidava completamente di lui e, proprio per questo motivo, prima di denunciare gli episodi, ci ha pensato più volte.

Il suo malessere, però, ha attirato l’attenzione della responsabile della struttura che ha spronato la 14enne a  raccontare ciò che le fosse successo, facendo così scattare le indagini della Procura. È stata la stessa minore ad affermare che credeva ciecamente in quell’uomo che oramai per lei rappresentava un punto di riferimento. Gli abusi – palpeggiamenti ed atti sessuali – si sarebbero consumati una notte all’interno della stanza dove l’adolescente dormiva.