Campania, rapina e sequestra un’anziana: arrestato, muore poche ore dopo

Campania, rapina e sequestra un’anziana: arrestato, muore poche ore dopo

Arrestato per una rapina ai danni di un’anziana, muore poco dopo in carcere. C.T., questo il suo nome, 24enne avellinese, è stato trovato senza vita nella cella, all’interno del penitenziario di Bellizzi Irpino. La Procura della Repubblica di Avellino dovrà chiarire le cause del decesso.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo è deceduto nel sonno stroncato da un malore. E’ stata disposta l’autopsia, mentre è stata avviata anche una indagine interna. Sono stati gli agenti di polizia penitenziaria a lanciare l’allarme, questa mattina, ma ogni tentativo di soccorso si è rivelato inutile. Si ipotizza che il giovane sia stato stroncato da una dose di droga di cui aveva fatto uso prima di entrare in carcere.

Circostanze che saranno, però, chiarite dagli esami tossicologici disposti dalla magistratura. Il 24enne nella tarda serata del 23 dicembre era in auto con gli altri due complici nei pressi dell’abitazione a Monteforte Irpino di un’anziana pensionata di 70 anni. Quando la donna è arrivata, l’hanno costretta a salire in auto, l’hanno picchiata per convincerla a rivelare loro dove avesse i suoi risparmi. Al rifiuto insistente dell’anziana, i tre l’hanno abbandonata nelle campagne di Monteforte Irpino e sono fuggiti.

L’anziana è stata soccorsa da una pattuglia di carabinieri che hanno poi avviato le indagini. Grazie ai filmati di alcune telecamere di sorveglianza i militari hanno individuato l’auto usata per la rapina. E dalla targa sono risaliti al proprietario e ai suoi complici. I tre sono stati arrestati e condotti in carcere in attesa della convalida del fermo. Il più  giovane dei rapinatori è poi morto a distanza di poche ore dall’arresto.