Orrore in Sicilia, 21enne ucciso in un agguato

Orrore in Sicilia, 21enne ucciso in un agguato

Sangue nella notte a Catania. Ucciso Enzo Valenti, aveva 21 anni ed era incensurato. Il ragazzo è stato raggiunto da un solo colpo di pistola che, dopo avere attinto il braccio, è andato a conficcarsi nell’addome.

Inutile la corsa verso l’ospedale Vittorio Emanuele: poco dopo il ricovero, infatti, Il ragazzo è spirato. Indagini a 360°. Non è del tutto da escludere l’evento accidentale, anche se la pista privilegiata potrebbe essere riconducibile al piccolo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’agguato è avvenuto nella zona alta di piazza Palestro, quasi all’incrocio con via Palermo. I soccorritori hanno detto alla polizia di avere trovato il ferito in strada e di averlo trasportato d’urgenza in ospedale, ma di non avere assistito alla sparatoria. Il padre del 21enne in passato è stato arrestato nell’ambito dell’operazione antidroga Atlantide.  Ed è quello uno degli ambienti che la squadra mobile di Catania, che indaga, sta scandagliando nelle sue indagini.

La dinamica, un solo colpo esploso lateralmente, porterebbe a escludere il coinvolgimento della criminalità organizzata, e a fare credere maggiormente all’ipotesi di una lite o di una lezione da dare a qualcuno. Gli investigatori stanno interrogando familiari, amici e conoscenti di Enzo Valenti per ricostruire la personalità del 21enne e le sue ultime frequentazioni per dare un indirizzo preciso alle indagini. La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta per omicidio.