Choc a Pescara, preso a martellate per aver negato una sigaretta a due ragazzi

Choc a Pescara, preso a martellate per aver negato una sigaretta a due ragazzi

Una storia agghiacciante quella che arriva da Pescara, dove un ragazzo di 22 anni è stato preso a martellate per aver negato del tabacco da sigaretta a due suoi coetanei. Dei due aggressori è stato fermato il più grande, 19 anni, che è stato posto agli arresti domiciliari. L’altro è minorenne, 17 anni.

La vittima ha un grave trauma facciale con fratture multiple e una prognosi riservata di quaranta giorni. Per i due assalitori il reato contestato è quello di lesioni aggravate dai futili motivi. Nell’ordinanza il Gip ha parlato chiaramente di violenze efferate ed ingiustificate.