Due ordigni inesplosi sono stati trovati sugli ciglio della rampa d’ingresso all’autostrada, a Portici. A fare la scoperta sono stati gli agenti della Polizia Municipale, insieme alla Polizia di Stato, dopo aver ricevuto una segnalazione di uno zaino sospetto.

Portici, due ordigni inesplosi trovati su rampa autostrada

All’interno sono state trovate le due bombe, che sarebbero state fabbricate nell’est europeo. È subito scattato l’allarme: la strada è stata subito chiusa al traffico e sono stati avvertiti gli artificieri. Secondo i primi accertamenti degli esperti si tratterebbe di ordigni provenienti dall’ex Jugoslavia, proiettili anticarro che si lanciano con un fucile anticarro e hanno una gittata di 500 metri.

Ordigni bellici nel fondale marino

Ad agosto, a Torre Annunziata, furono recuperati due ordigni residuati bellici sotto costa, in località Capo Oncino. La presenza delle bombe fu infatti segnalata da alcuni sub. Subito intervenne il nucleo Sdai di Napoli alle dipendenze del gruppo operativo subacqueo del raggruppamento subacquei ed incursori “Teseo Tesei” della Marina Militare, insieme al personale della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia. I due ordigni furono distrutti a mezzo controcarica in una zona di sicurezza.

continua a leggere su Teleclubitalia.it