Per anni questi cancelli sono stati chiusi, secoli di storia ingabbiati in burocrazie ed incuria. Uno dei piu’ grandi rammarichi dell’area nord: gli scavi di Liternum, abbandonati dentro, degrado fuori. 

In questo luogo vi è la tomba di Scipione L’Africano, in quella che fu la terra piu’ ambita: la Campania Felix. 

Oggi secoli di storia abbandonata stanno per essere riconsegnati alla città, alla cultura e al patrimonio artistico a disposizione fit tutti. I cancelli per decenni chiusi da un catenaccio si sono aperti. Noi siamo entrati con le telecamere proprio all’interno l’area. 

Partiti i lavori di riqualificazione del sito. Prevista sorveglianza 24 ore ad opera della polizia Municipale locale e dell’area Metropolitana, di concerto con la vigilanza del parco archeologico dei Campi Flegrei. 

A breve questo luogo tornerà a vivere. 

Fuori ai cancelli, però, degrado. 

Che si stia scrivendo una nuova pagina della storia della città? 

continua a leggere su Teleclubitalia.it