Il più importante investimento della Regione Campania a Giugliano rischia di fallire. In una nota ufficiale l’Asl ha mandato un ultimatum al Comune di Giugliano nella quale denuncia senza mezzi termini i ritardi dell’ente di Corso Campano nel produrre i documenti necessari per avviare la costruzione del nuovo ospedale.

L’Asl esprime tutta la sua preoccupazione e paventa la possibilità di perdere il finanziamento. I funzionari dell’Azienda sanitaria diretta da Antonio D’amore non usano mezzi termini: “Siamo nostro malgrado, tenuti a rappresentarvi il temuto danno per non aver rispettato i termini”. Parole durissime, non solite nel burocratese degli uffici che sono il segnale di una esasperazione per aver dovuto attendere da aprile scorso queste carte e per non aver avuto nessuna risposta da agosto data dell’ultimo carteggio tra gli uffici.

Parliamo di un finanziamento di 64 milioni di euro che potrebbe cambiare per sempre il volto della sanità a Giugliano. Senza i documenti che deve produrre il comune si rischia di non far partire la gara di progettazione e perdere i fondi.

Insomma dopo il tribunale, anche l’ospedale potrebbe essere l’ennesima opera pubblica che Giugliano vede svanire nel nulla per la lentezza della nostra macchina amministrativa.

La costruzione è prevista in zona circonvallazione e dovrebbe essere partita già da alcuni mesi tanto che prima della pandemia nel febbraio del 2019 era in programma una presentazione del progetto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it