Festa abusiva nel cuore di Napoli. Nella tarda serata di ieri 26 dicembre, nel giorno di Santo Stefano, gli agenti del commissariato Vicaria-Mercato hanno scoperto che in un locale nel quartiere Forcella era in corso una festa “fuoirlegge”, in totale contrasto sia alle norme anti Covid vigenti che all’ordinanza anti movida firmata dal governatore campano Vincenzo De Luca che vieta feste all’aperto e al chiuso.

Mega party abusivo a Forcella: fermate 9 persone

I poliziotti sono giunti sul posto dopo aver ricevuto una segnalazione da parte di alcuni residenti della zona che si sono lamentati per la musica ad alto volume. Una volta entrati nel locale, gli agenti hanno potuto constatare coi propri occhi ciò che sta avvenendo in quel momento: una vera e propria festa con tanto di partecipanti, che si sono dati alla fuga subito dopo l’arrivo dei poliziotti, e bibite servite ai tavoli come se tutto fosse normale.

Gli operatori della Polizia di Stato nel fuggi fuggi generale sono riusciti a bloccare 9 persone: tre di queste hanno dapprima inveito contro gli agenti per poi aggredirli con calci e pugni. Dopo una prima colluttazione, i poliziotti sono riusciti ad arrestarli e risalire alle loro generalità. Dopo le prime indagini si è potuto constatare che le 3 persone bloccate fossero un uomo di 38 anni originario della Nigeria, un 28enne proveniente dalla Guinea e un 24enne del Gambia. Successivamente gli agenti hanno arrestato i 3 facinorosi protagonisti dell’aggressione insieme agli altre 6 persone che hanno partecipato al mega party abusivo in barba alle regole anti Covid.

continua a leggere su Teleclubitalia.it