Sono 236 i nuovi positivi in Campania nelle ultime 24 ore su oltre 18mila tamponi esaminati. A fornire i dati è l’Unità di Crisi regionale nel bollettino giornaliero. 

Campania, il bollettino di oggi

Il tasso di positività è in discesa. Oggi si attesta al’1,27%, quasi due punti percentuali in meno di ieri quando l’indice del contagio era al 3,03%.

Si contano purtroppo 6 vittime: 5 nelle ultime 48 ore e uno deceduto in precedenza ma registrato ieri. Notizie rassicuranti arrivano oggi sul fronte dei ricoveri: attualmente ci sono 16 pazienti in terapia intensiva; quattro in meno rispetto a ieri. Mentre sono 289 i posti letto di degenza ordinaria occupati nelle strutture sanitarie campane; 15 in meno rispetto a 24 ore fa. 

Report vaccinati

Secondo il report aggiornato a oggi, 21 settembre, sono 4.060.967 i cittadini a cui è stata somministrata la prima dose del vaccino contro il Coronavirus nella regione guidata dal Presidente De Luca. Di questi, 3.515.393 hanno ricevuto la seconda dose. Complessivamente le dosi inoculate sono 7.576.360. 

Terza dose in Campania

Intanto è partito a rilento, con poco più di 700 sieri somministrati nel primo giorno, il piano vaccinale con le terze dosi in Campania. L’obiettivo è aumentare lo scudo protettivo per 52 mila pazienti immunodepressi tra trapiantati, dializzati, gravi pazienti oncologici ed ospiti delle Rsa. Poi toccherà di nuovo anche al personale sanitario. Nella Asl Napoli 2 nord la priorità è stata data alle residenze per anziani (Toiano, Cardito, Villa Mercede e in alcune strutture private), nei prossimi giorni toccherà ai pazienti dializzati. Per il resto circa 40 mila pazienti cronici immunodepressi dovranno farsi avanti nei centri vaccinali delle Asl di residenza.

Figliuolo: “Richiamo a tutta la popolazione? Deciderà la scienza”

Al momento non è ancora chiaro se tutta la popolazione dovrà sottoporsi alla dose aggiuntiva . “Se ci dicono che bisogna dare la terza dose, che è un richiamo, alle altre fasce d’età lo faremo: è una decisione che prenderà la scienza”, ha detto il commissario alla emergenza Covid, Francesco Paolo Figiliuolo.

“Lancio un accorato appello a tutti coloro i quali in questo momento sono esitanti, chiedete ai medici, agli infermieri e a chi ha ancora sulla pelle gli effetti del Covid. – ha aggiunto il generale -. Qui non si tratta di obblighi o non obblighi, ma di salute pubblica e salute individuale. Dobbiamo spingere su quest’ultimo miglio”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it