CASE 1 EURO IN CAMPANIA

Case a 1 euro in Campania. È la nuova iniziativa messa in campo da alcuni comuni con lo scopo di rivitalizzare e ripopolare gli antichi quartieri medievali.

Il Comune, oltre a fare da garante, si pone quale intermediario tra proprietario e acquirente, che può utilizzare l’immobile come abitazione privata, per finalità turistiche o, ancora, trasformarla in una struttura di tipo turistico-ricettivo, in un’attività commerciale o nella sede di un’associazione.

I costi della ristrutturazione, oltre che le spese connesse al regolare passaggio di proprietà del bene, sono a carico dell’acquirente.

Dove acquistare case a 1 euro

  • Altavilla Silentina è un borgo medievale di circa 7mila abitanti in provincia di Salerno. Situato su una collina ricoperta di olivi, il borgo è situato a 20 km da Eboli, a 25 km da Battipaglia e a 25 da Paestum.
  • Altro comune della Campania nel quale si può acquistare una casa a 1 euro è Zungoli. Situato a 60 km da Avellino è un borgo noto per le sue case in pietra e per i gradoni. Dotata di una fortezza edificata per difendere il borgo dalle incursioni bizantine, Zungoli è ricca di vecchi edifici un tempo destinati alle attività agricole che hanno contribuito a rendere il paesaggio caratteristico.
  • Pietramelara è un Comune in provincia di Caserta arroccato su una collina. Circondata da mura di cinta, contornate da 12 antiche torri di avvistamento, delle quali oggi non c’è quasi più traccia, Pietramelara è dotata di un solo accesso: la Porta della Madonna della Libera.
  • Comune in provincia di Avellino di quasi 4mila abitanti, Bisaccia, borgo di origini medievali, vanta tracce che testimoniano la presenza della civiltà umana già età arcaica. Tra i luoghi più caratteristici del paese ci sono il convento, il castello ducale, la cattedrale in piazza Duomo e la chiesa dei morti. «Il concetto alla base dell’iniziativa “Case a 1 euro” – spiega Giuseppe Ciani, assessore del Comune – è voler restituire decoro urbano con la cessione di questi immobili: quindi abbellimento e messa in sicurezza del borgo”.
continua a leggere su Teleclubitalia.it