Lo storico “villaggio degli svedesi” di Baia Domizia comprato a un valore di molto inferiore al valore di mercato e con proventi illeciti. Questo il sospetto dei finanzieri del Comando provinciale di Caserta che, su richiesta della Procura di Santa Maria Capua vedere, ha posto sotto sequestro l’intero complesso aziendale della società proprietaria del villaggio.

Le indagini hanno rilevato che il resort  – costituito  da 227 villette e un terreno di oltre 13.000 metri quadrati – è stato acquistato impiegando denaro guadagnato illecitamente, che quindi aveva bisogno di essere riciclato. Inoltre, l’attività investigativa di finanzieri e magistrati ha portato a scoprire che L.M. –  socio unico e legale rappresentate della suddetta azienda – attraverso false perizie tecniche, è riuscito a sottostimare nettamente il valore dell’interno complesso turistico, pagandolo così una cifra irrisoria, 400mila euro laddove il valore di mercato stimato sarebbe di 14 milioni.

Non solo, l’uomo per entrare in possesso del denaro necessario all’acquisizione nell’ambito della trattativa tra la vecchia proprietà, la Riva del Sole Spa e la nuova, La Serra Resort Srl,  si è appropriato indebitamente di 41 immobili facenti parte del resort, per un valore complessivo di 490mila euro, e ha sottratto indebitamente 100mila euro dalle casse di un’altra società a lui riconducibile.

Il Villaggio degli Svedesi, importante e rinomato complesso turistico del litorale domitio ora conosciuto come Italy Village, fu costruito nel 1968. Doveva il suo “soprannome” alla proprietà di alcuni sindacati svedesi.

continua a leggere su Teleclubitalia.it