favela area nord napoli

Sono quattro le immagini di questa settimana. I fiori per Marcello Toscano fuori scuola. Il professore ucciso da un bidello durante le lezioni. Il tabaccaio di Afragola preso a calci e pugni alle sette di mattina durante una violenta rapina. L’acqua alta che impedisce ai genitori di accompagnare i propri figli in classe. La procuratrice capo di Napoli Nord mentre parla alla festa della Polizia ed ammette che non ha i mezzi per amministrare la giustizia.

, : , . La Procura di Napoli Nord, per capirci, è la quinta d’Italia dopo Napoli, Roma, Milano e Palermo ma ha i mezzi delle ultime. Manca di tutto, dal personale alle stanze.
Mancano qui a Napoli Nord le infrastrutture primarie, le fogne in primis.

Una situazione tale dovrebbe richiedere un vero “Patto per l’area Nord”. La zona d’Italia che è cresciuta di più e peggio negli ultimi vent’anni.

̀ ̀ ̀ : ’ . , .

Parliamo di mezzo milione di persone abbandonate a se stesse con politici spesso incapaci di farsi ascoltare e alcuni sindaci che combattono a mani nude senza gli strumenti per poterlo fare. Un problema troppo spesso archiviato come locale che invece è di carattere nazionale.

È un destino che non ci siamo scelti. Non siamo nati favela. Eravamo una provincia con tanti problemi ma con i suoi pregi. Ci siamo ritrovati scaraventati addosso i guai di Napoli e nessuno ci ha detto mai neanche grazie.

Tele Club Italia da alcuni mesi si è data questo obiettivo: essere la voce di Napoli Nord. Raccontare ogni giorno ciò che accade in queste terre. Provare a stimolare soluzioni. Dare spazio al bello ed al buono. Denunciare ciò che non va. Dare voce ai cittadini.

continua a leggere su Teleclubitalia.it