A pochi giorni dall’inaugurazione della Villa Comunale di via Biancardi, il sindaco di Frattamaggiore Marco Antonio Del Prete annuncia in diretta a Tele Club Italia (canale 98 dtt): “Nell’anfiteatro dedicato al musicista Franco Del Preste ci sarà un grande evento con la sua famiglia: presenteremo il suo libro. Ma non solo: sono in programma una serie di eventi da un lato ludici e dall’altro tese a promuovere tutte quelle attività rimaste chiuse, come per esempio il cineforum. Presto pubblicheremo un cartellone con date e maggiori informazioni”.

Villa Comunale, ancora polemiche sulla gestione privata

“Abbiamo sperimentato questo nuovo modello organizzativo, ovvero la Villa è pubblica, ma chi mediante bando pubblico ha avuto in gestione l’area ristoro, il bar e il chiosco, dovrà avere cura anche della Villa. In tal modo, riusciremo a tenere pulita l’area”, ha spiegato il sindaco.  “Non ci siamo inventati niente, ma fatto ciò che avviene in tutti i comuni italiani”, ha aggiunto: “Io credo che i comuni e le amministrazioni devono fornire nel migliore dei modi dei servizi, e oggi ci sono pochi fondi. Cercare di fornire dei servizi ottimi ai cittadini diventa sempre più difficile, per questo si tende ad optare per questo nuovo modello di gestione. Ma non stiamo parlando di svendita. Si affida la gestione del bene pubblico ad un privato, ma sempre sotto l’occhio attento del Comune. Se notiamo che qualcosa non va, o che non viene gestito per il bene dei cittadini, possiamo intervenire o addirittura cambiare privato”. Tuttavia, la minoranza comunale ancora chiede chiarezza sulla gestione privata. “In un bando pubblico dove ci sono regole e c’è scritto tutto, quale chiarezza bisogna fare? Le polemiche vanno bene e noi siamo pronti a dare ulteriormente tutte le spiegazioni che vorranno, ma vorrei sapere dove sono queste zone d’ombra sulle quali vogliono chiarezza. È tutto agli atti, forse non piace chi ha vinto?”. Così ha risposto il sindaco ai dubbi dell’opposizione.

Cittadinanza onoraria a Mario Paciolla e nuovo mercato dedicato a Federico Del Prete

Infine, sempre il sindaco ha risposto pubblicamente alla proposta del direttore del giornale Cogito di intitolare la villa Comunale a Federico Del Prete, sindacalista ucciso dalla camorra, e gli spalti dell’anfiteatro o il viale colorato a Mario Paciolla, cooperante Onu ucciso in Colombia. ” A Federico Del Prete è già stata dedicata la strada dove si svolge il mercato comunale. A lui intitoleremo – quando sarà pronto –  il nuovo mercato comunale di Frattamaggiore, perché lì ha speso la sua vita e lì è morto. Per quanto riguarda Mario Paciolla, io vorrei dargli la cittadinanza onoraria di Frattamaggiore, poi ragioniamo anche su cosa dedicargli, perché sicuramente dedicheremo un’opera pubblica anche a lui”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it