campania zona gialla arancione

E’ osservata speciale la Campania nel monitoraggio settimanale. Domani, come ogni venerdì, si decide il colore di ogni regione.

Il monitoraggio sull’andamento della pandemia di venerdì 7 maggio non dovrebbe apportare molte novità: la maggior parte dell’Italia dovrebbe rimanere in zona gialla. Nella fascia a basso rischio potrebbero entrare Sicilia, Puglia e Basilicata. Ci punta pure la Sardegna, che pur potendo sperare in una nuova classificazione e una nuova revisione dei dati, va verso altri 7 giorni di zona arancione.

Campania, zona gialla o arancione?

E’ in bilico invece Campania che potrebbe retrocedere in fascia arancione. Come sempre l’ordinanza entra in vigore dal lunedì successivo, quindi dal 10 maggio.

Ciò che allarma in Campania è l’indice Rt che è a 1.08. Ed è noto che dopo l’1 scattano le maggiori restrizioni. Il problema principale è sempre tra Napoli e la sua provincia dove si registrano maggiori contagi.

Proprio qui infatti sono diversi i comuni che registrano oltre i 250 positivi ogni 100mila abitanti. Il dato positivo della Campania resta quello delle ospedalizzazioni che non è allarmante. Alcune proiezioni però evidenziano una possibile tendenza all’aumento dell’occupazione dei posti letti in terapia intensiva e nei ricoveri ordinari visto l’alto tasso di contagio. In Campania ormai da settimane si registrano all’incirca 2mila positivi al giorno.

Abolizione coprifuoco, matrimoni e altre riaperture: cosa deciderà il governo

continua a leggere su Teleclubitalia.it