agguato ponticelli arresti

Faida di camorra a Ponticelli, manette ai polsi per Nicola Aulisio e Giuseppe Righetto. Sono accusati di due tentati omicidi consumati tra ottobre e novembre scorsi, in uno scenario criminale che ha fatto registrare fino a pochi giorni fa agguati a colpi di pistola e bombe.

Entrambi sono ritenuti responsabili di due agguati da ricondurre ad una epurazione interna al clan del quartiere di Napoli Est.

Per Giuseppe Righetto, c’è l’accusa di aver organizzato ed eseguito un agguato a carico di Rodolfo Cardone, lo scorso ottobre; mentre a carico dello stesso Righetto e di Nicola Aulisio, c’è l’ipotesi di aver attentato alla vita di Rosario Rolletta.

Faida di camorra

Una ricostruzione – quella che sta alla base del decreto di fermo – che ripercorre lo scenario criminale di tutta l’area metropolitana. La Dda di Napoli chiarisce anche la geografia di Ponticelli, con almeno sei strade contese da capi e boss locali. Una polveriera su cui – di recente – politica, cultura e associazioni chiedono con insistenza un intervento da parte dello Stato.

continua a leggere su Teleclubitalia.it