stanza degli sguardi napoli

Si chiama “La stanza degli sguardi” e consentirà ai pazienti Covid di vedere i propri familiari. E’ questo il primo progetto in Campania per favorire gli incontri di pazienti affetti da Coronavirus con i loro parenti.

Napoli, la stanza degli sguardi

La stanza degli sguardi sarà a Napoli all’Ospedale del Mare. Il progetto riprende quella che altrove è nota ormai come stanza degli abbracci, un’idea che avrebbe dovuto essere realizzata anche nel nosocomio napoletano ma che non è stato possibile per i lunghi interventi che avrebbe comportato. Così si è optato per delle grandi vetrate che separano i familiari dai pazienti Covid ma che consentono ad entrambi di guardarsi almeno negli occhi.

L’isolamento dovuto al virus purtroppo in questo anno di pandemia ha fatto sentire sempre più soli i contagiati, non solo quelli in isolamento domiciliare ma soprattutto tutti i ricoverati. Poter vedere anche per pochi minuti e a distanza un familiare n tutta sicurezza potrebbe essere un sostegno psicologico importante per chi combatte contro questo virus.

Leggi qui il bollettino di ieri 1 febbraio in Campania

La stanza potrebbe aiutare soprattutto anziani poco avvezzi alle nuove tecnologie. Finora sono stati già una quarantina gli “incontri con gli occhi”. L’ospedale segue un calendario preciso e organizzato su base giornaliera. Ovviamente il tutto redatto per evitare assembramenti, quindi sono consentiti sei ingressi al giorno, ristretti a un numero preciso di familiari per ogni incontro che dura al massimo per dieci minuti.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it