E’ stato condannato a due mesi di carcere Luigi Pelazza, inviato del programma Tv Le Iene, per il reato di violenza privata. Nel 2015 Pelazza si introdusse nel cortile del palazzo della giornalista Guia Soncini con l’obiettivo di intervistarla, facendole domande in maniera insistente e impedendole di entrare in casa sua.

Le Iene, condannato l’inviato Luigi Pelazza

Su richiesta dell’imputato, il tribunale di Milano ha convertito la pena in una multa da 15mila euro. Pelazza dovrà versare anche una provvisionale di 2mila euro alla parte civile, mentre un cameraman del programma, Osvaldo Camillo Verdi, anche lui indagato, è stato assolto “per non aver commesso il fatto”.

L’AGI ha scritto che, secondo la ricostruzione della Procura, Pelazza e il cameraman si erano introdotti “indebitamente” nel cortile del palazzo dove abitava Soncini, fingendosi dei corrieri, “con violenza esercitata in modo idoneo a privare coattivamente della libertà di determinazione e di azione della parte offesa”. Pelazza aveva poi “costretto” Soncini “a tollerare la loro presenza con una serie insistente di domande” alle quali la giornalista aveva detto “da subito di non voler rispondere”, impedendole di fatto ad entrare all’interno della palazzina.

continua a leggere su Teleclubitalia.it