Un audio sconcio al posto delle canzoni natalizie trasmesse dalla filodiffusione. L’episodio che ha generato forte imbarazzo e anche ilarità tra i cittadini è accaduto a Vieste.

Audio sconci al posto delle canzoni di Natale: momenti di imbarazzo in città

Quest’anno niente i soliti canti di Natale, come il classico “Jingle Bell”, ma a loro posto audio a luci rosse, amplificato a tutto volume per le strade di Vieste.

La vicenda ha suscitato ilarità tra i cittadini, ma anche momenti di imbarazzo. Alcuni, infatti, non hanno perso l’occasione per riprendere cosa stava succedendo. Nel giro di poche ore, i filmati sono diventati subito virali sui social network.

La sindaca Rossella Falcone ha chiarito la dinamica di quanto accaduto anche sui social. La prima cittadina ha spiegato che durante la conferenza streaming sulle prospettive turistiche di Vieste, delle persone sarebbero intervenute indossando dei passamontagna.

Hanno poi disturbato l’incontro con musica ad alto volume, parolacce e scritte volgari sullo schermo condiviso. Successivamente è stato poi manomesso l’impianto di filodiffusione, sostituendo le musiche natalizie con un audio a luci rosse. “Pensare che i ragazzi si divertano nel rovinare l’atmosfera natalizia ricreata per i nostri bambini in un momento così difficile per tutti noi mi rammarica molto – scrive ancora la sindaca nel post -. Provvederemo a sporgere le dovute denunce per individuare i responsabili di queste azioni poco edificanti”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it