Condannato Gabriele Paolini in Appello a 5 anni di reclusione per abusi sessuali su minore e altri reati connessi. La sentenza di condanna per il Re dei disturbatori Tv è stata emessa oggi dai giudici della III sezione della corte d’appello di Roma davanti al quale Paolini era imputato dei reati di induzione alla prostituzione minorile, produzione di materiale pedopornografico e tentata violenza sessuale su minore.

Gabriele Paolini condannato a 5 anni per abusi sessuali su minori

I giudici hanno confermato il quadro accusatorio già emerso nel corso del processo di primo grado convalidando di fatto anche la pena che era stata stabilita nella precedente sentenza. La vicenda che ha portato al processo di Gabriele Paolini e alla sua condanna penale risale al 2013. All’epoca Paolini aveva avuto una relazione con un ragazzo di 17 anni. In particolare gli inquirenti lo accusavano di avere indotto alcuni minorenni ad avere rapporti sessuali con lui in cambio di denaro e regali vari. Sette anni fa, Paoli fu arrestato e condotto in carcere per i reati di prostituzione minorile e detenzione di materiale pedopornografico e poi scarcerato dopo alcuni mesi.

La prima sentenza per Paolini arrivò nel 2017 con la condanna inflitta dai giudici della V sezione penale del Tribunale di Roma. Attraverso i suoi legali aveva fatto ricorso ma ora è arrivata la conferma anche in Appello. Per lui il pm Claudia Terracina, che rappresentava l’accusa, aveva chiesto una pena di sei ani di reclusione. Per Gabriele Paolini  però si tratterebbe di “una sentenza complotto contro il personaggio”.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it