Matteo Salvini è stato aggredito da una donna, mentre era a Pontassieve, una località a pochi chilometri da Firenze, per la campagna elettorale in vista delle Regionali. Il leader della Lega è stato avvicinato da una trentenne congolese che, secondo le prime testimonianze, lo avrebbe strattonato.

Salvini aggredito dopo il comizio

A Salvini sono state strappate la catenina e la camicia. Immediato l’intervento della polizia che ha fermato la giovane donna che, secondo la Digos, era “in stato di alterazione”. È stata identificata e rischia ora una denuncia.

La donna non aveva preso parte a una contromanifestazione anti Lega che si era tenuta a poca distanza dal luogo del comizio di Salvini. La giovane, che lavora al Comune di Pontassieve con un progetto di servizio civile, stava tornando dall’ufficio. Non ha precedenti di polizia. Resta da esplorare cosa abbia spinto la donna ad agire in questo modo.

Il post di Salvini

“Tutto bene tranquilli, nessun problema fisico. ha scritto su Facebook poco dopo lo stesso Salvini – La camicia strappata la posso ricomprare, il Rosario strappato con violenza dal collo che mi aveva donato un parroco purtroppo no. A questa rabbia rispondo col sorriso e col lavoro, evviva l’Italia delle donne e degli uomini che credono nella libertà, nella serenità e nel lavoro. P.S. Per la ‘signorà che mi ha aggredito e insultato non provo rabbia, solo pena e tristezza. Avanti, senza paura e a testa alta”.

Video

🔴SALVINI AGGREDITO DA 20ENNE >> https://bit.ly/3h9Dct7

Posted by Tele Club Italia on Wednesday, September 9, 2020



continua a leggere su Teleclubitalia.it