Tocilizumab farmaco coronavirus

Tocilizumab: è questo il farmaco per il Coronavirus che si sta sperimentando nella cura del virus in alcuni ospedali d’Italia.

Il farmaco è stato utilizzato in primis qualche giorno fa all’ospedale Cotugno di Napoli. Un “test” che i medici del nosocomio hanno voluto fare su pazienti in gravi condizioni respiratorie.

Tocilizumab, farmaco per Coronavirus

Il medicinale è usato generalmente nella cura dell’artrite reumatoide ma al Cotugno è stato somministrato a due pazienti. Uno di loro ha avuto evidenti miglioramenti. Il secondo è stazionario.

Già a distanza di due giorni dall’infusione, avvenuta sabato, i medici hanno osservato «incoraggianti miglioramenti» soprattutto in uno dei due pazienti, giunto in ospedale con una polmonite più grave.

Gli specialisti hanno avviato la sperimentazione con tocilizumab osservando quanto fatto dai colleghi cinesi nelle scorse settimane. La National Health Commission ha infatti inserito nelle linee guida per il trattamento dell’infezione la possibilità di ricorrere al farmaco in presenza di un diffuso danno polmonare e di elevati livelli di interleuchina-6. Quest’ultima è una citochina, ovvero una molecola segnale che in questo caso, potenziando la risposta immunitaria, aumenta però le complicanze respiratorie. E, nei pazienti affetti da COVID-19, può causare l’insufficienza di uno o più organi, fino alla morte.

Le cure in Cina

In Cina, di fronte a pazienti che presentavano analoghe condizioni, i medici hanno provveduto alla somministrazione di questo farmaco che agisce facendo abbassare i livelli dell’interleuchina-6. Già 21 i pazienti trattati in questo modo, che diventeranno 188 fino a maggio, al termine della sperimentazione mirata a valutare l’efficacia del farmaco nei pazienti colpiti da COVID-19. Le prime evidenze, come detto, sono incoraggianti.

Cura sperimentale per Covid 19 a Napoli, Montesarchio a Teleclubitalia: “Può funzionare”

continua a leggere su Teleclubitalia.it