Violentano figlioletto di sei settimane fino a fratturargli il retto: genitori a processo

Violentano figlioletto di sei settimane fino a fratturargli il retto: genitori a processo

Abusano del figlioletto di sei settimane fino a lacerargli l’ano e le parti intime. E’ la drammatica vicenda avvenuta in Germania, a Ludwigshafen, nello stato della Renania. I medici hanno dovuto ricostruire il retto del piccolo a causa delle violenze. Il bimbo presenta anche fratture e sanguinamento dagli occhi.

I genitori orchi sono Ismail S. e Nina R., rispettivamente di 23 e 26 anni: entrambi sono accusati di aver violentato più volte il figlio.  L’inchiesta è stata aperta dal procuratore generale Hubert Stroeber, che, secondo quanto si apprende dagli atti, sostiene che i genitori hanno abusato del figlio al solo scopo di ottenere soddisfazione sessuale.

“Persino i professionisti nel mio studio legale sono rimasti senza parole”, ha dichiarato. Le violenze non hanno solo provocato lesioni all’ano, ma anche una grave forma di peritonite, ovvero l’infiammazione del peritoneo provocata dalla rottura dell’intestino. I medici hanno inoltre diagnosticato al neonato lesioni al cranio, al petto e alle costole.

Il piccolo presenta segni di fratture precedenti. Gli abusi gli hanno provocato anche sanguinamento dagli occhi, problemi cardiaci e un’emorragia cerebrale. Secondo gli esperti, la quantità e la gravità dei danni riportati indicano che il bambino è stato costretto a subire abusi per molto tempo. I genitori sono stati arrestati nel novembre 2018 e sono in carcere da allora, in attesa di processo, previsto per maggio. I genitori dovranno rispondere davanti al giudice di lesioni e violenza sessuale su un minorenne. Secondo quanto si apprende dal Mirror, la madre ha mostrato segni di crudeltà fin da quando era piccola, quando si divertiva a torturare piccoli animali. Il bambino al momento vive con una famiglia affidataria.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.