Giugliano, poliziotto in pensione sventa rapina. Il baby rapinatore: “Volevo provare un’emozione”

Giugliano, poliziotto in pensione sventa rapina. Il baby rapinatore: “Volevo provare un’emozione”

Giugliano. Probabilmente pensavano di mettere a segno il colpo in pochi minuti ma non si aspettavano la reazione del padre del titolare. L’uomo è infatti un poliziotto in pensione e, anche se non più in servizio da diversi anni, ben sapeva come muoversi in questi casi.

Due persone, tra cui un 15enne, sono state arrestate ieri sera dopo un tentativo di rapina al bar-tabacchi Moon Cafè di via Casacelle. Dopo le 21, sono giunti a bordo di uno scooter ed a volto coperto con pistola in pugno hanno fatto irruzione nel locale, già rapinato pochi mesi fa. L’ex agente in pochi istanti ha inquadrato il soggetto e l’arma ed ha applicato una manovra che sicuramente non aveva dimenticato. Con uno scatto preciso ha disarmato il malvivente armato, sganciato il caricatore, e l’ha immobilizzato con il supporto di alcuni dipendenti e clienti che stavano prendendo il caffè. Il minorenne ha subito tentato invece la fuga ma è stato anche lui bloccato da altri presenti. Ci sarebbe stata anche una colluttazione. Il rapinatore disarmato ha reagito ed ha provato a colpire l’uomo con il calcio della pistola alla testa, riuscendoci fortunatamente solo di striscio.

L’ex poliziotto ha riportato un piccolo ematoma alla testa ed alcuni lividi sul corpo. E’ stato medicato in ospedale ma sta bene ed è stato dimesso con prognosi di pochi giorni. Sul posto sono subito intervenuti i poliziotti del commissariato di Giugliano, guidati dal primo dirigente Auriemma. L’arma è risultata poi scenica ma priva di tappo rosso. Il maggiorenne, nemmeno 20enne, abita a pochi metri ed è un volto noto nel bar. Il minorenne, anche lui di Giugliano, avrebbe rivelato invece alla polizia che l’avrebbe fatto per “provare un’emozione nuova”. Una rapina che sarebbe stato tentata quindi per noia da un ragazzino proveniente da una famiglia perbene. Entrambi sono stati condotti in carcere: uno a Poggioreale, l’altro al centro dei Colli Aminei. Si tratta di Davide Porro e M.F.P.



DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.