Avrebbe violentato la sua sorellina di 10 anni. Per questo motivo un ragazzino di 16 anni, di Cava de’ Tirreni, è stato condotto agli arresti domiciliari presso una comunità per minori con l’accusa di abusi sessuali sulla sorellina che, all’epoca dei fatti, non avrebbe avuto ancora dieci anni.

Il Tribunale dei Minori – rivela La Città – ha accolto le richieste della Procura nei confronti dell’adolescente, che avrebbe violentato la piccola quando i genitori non erano in casa o erano occupati in altre faccende domestiche.

Gli episodi risalgono almeno a un anno fa, ma non si sa con esattezza da quanto tempo andavano avanti i presunti abusi sulla bimba. È stata la minore – seguita da psicologi e assistenti sociali in seguito a seri disagi familiari-  ha confessato le violenze subite. Gli inquirenti, intanto, hanno trovato riscontro ai suoi racconti e per il sedicenne è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari in comunità.



continua a leggere su Teleclubitalia.it