Morte di Tiziana, il giudice: “Indaghiamo per induzione al suicidio”

Morte di Tiziana, il giudice: “Indaghiamo per induzione al suicidio”

Mugnano. Dopo il suicidio di Tiziana Cantone, avvenuto ieri pomeriggio nella cantina della sua abitazione a Mugnano, la Procura di Napoli Nord ha deciso di aprire un fascicolo d’indagine per induzione al suicidio. “Abbiamo aperto un fascicolo per induzione al suicidio” è stato il lapidario commento di Francesco Greco procuratore capo della Procura di Napoli Nord.

Lo stesso magistrato che auspica anche un rapido intervento del legislatore per mettere ordine sui casi di bullismo, stalking e violazione della privacy commessi in rete. Tiziana è stata vittima di un video girato da un ragazzo e finito sulle principali piattaforme di social network e social sharing. La 31enne, senza un lavoro, senza più una dignità, non riusciva più a sopportare gli sguardi allusivi della gente del paese e, in particolare, dei ragazzi. Questo lo avrebbe indotta al suicidio.